Dalla foresta alla segheria

Per trasformare le piante in legname da lavoro occorre eseguire una serie di operazioni.
1 Abbattimento
Avviene, generalmente, nella stagione invernale, quando l’attività vegetativa è minima. Il tronco viene tagliato con motoseghe alla base, scegliendo la direzione di caduta più opportuna.
2 Sramatura – Scortecciatura – Depezzatura
La sramatura è l’operazione che consiste nel taglio dei rami della pianta appena abbattuta. Se si vuol far perdere al legno quanta più umidità è possibile, si lasciano i rami attaccati al tronco fin quando la chioma non sia avvizzita: la traspirazione delle foglie accelera il fenomeno. I rami, specie quelli di piccolo diametro, sono usati come legna da ardere. Successivamente si opera la scortecciatura del fusto, per facilitare l’essiccazione e anche il trasporto. Infine si ha la depezzatura o troncatura: è il taglio del tronco in sezioni circolari, per facilitarne il trasporto.
3 Trasporto
Il trasporto dei tronchi può avvenire in diversi modi:
– per via terrestre.
Può avvenire per rotolamento dei tronchi, quando il suolo è libero da ostacoli; per trascinamento diretto sul suolo, con o senza l’intervento della forza animale o di mezzi meccanici; per gravità, facendo scivolare i tronchi lungo ripidi pendii, naturali o artificiali, sino a valle. Successivamente vi è il trasporto su veicoli (trattrici o autocarri) o per ferrovia;
– per vie d’acqua (fluitazione), soprattutto nelle regioni ricche di fiumi, canali, laghi;
– per via aerea, per mezzo di funi o teleferiche, dal bosco a valle, in prossimità di una strada o di una ferrovia.
4 Vaporizzazione
La vaporizzazione è un procedimento diretto ad eliminare dal legno tutte le sostanze che possano imputridire e quindi costituire nutrimento per organismi parassiti. Sostituisce la lisciviazione, che consisteva nel lavaggio in acqua corrente.
5 Taglio
I tronchi sono tagliati con seghe meccaniche in tavole o travi.
6 Stagionatura
Nella stagionatura naturale, le tavole vengono messe in cataste, lasciando che l’acqua contenuta nel legno si perda per evaporazione spontanea, operazione che può durare anche anni. La stagionatura artificiale è effettuata con fumi o con aria calda, che essicca rapidamente le cataste: l’operazione dura soltanto pochi giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: